Estate: il sole splende, le vacanze si avvicinano, compriamo più cibi freschi e… spesso non sappiamo come o dove conservarli. Perché purtroppo le belle giornate hanno anche un doppio lato della medaglia, fatto di alte temperature e spesso tanti sprechi.

Non con la nostra guida! Ti abbiamo già dato qualche consiglio per la scelta del giusto scomparto del frigorifero, ma oggi facciamo un passo in più: cosa scegliere tra frigorifero, freezer e temperatura ambiente?

Cosa conservare in frigorifero in estate

  • Bevande – Non fare l’errore di posizionarle in freezer, per raffreddarle più velocemente. Oltre a rischiare di deteriorarsi a livello di gusto, rischiano di creare delle problematiche alla temperatura generale di tutto l’elettrodomestico. Evita inoltre di riempire oltre il dovuto il frigorifero: la bevanda che berrai nel pasto successivo sarà più che sufficiente.
  • Latte, latticini, uova e salumi – Vanno conservati nella parte alta del frigorifero, ben divisi nei propri scomparti (se presenti) o richiusi in sacchetti o vaschette per alimenti.
  • Ortaggi climaterici – Sono quelli che tendono a maturare più velocemente, dato l’alto contenuto di etilene. Vanno collocati nel cassetto inferiore del frigorifero o – in mancanza di spazio – nella parte più alta. Fanno parte di questa categoria mela, albicocca, kiwi, pesca, pera, prugna, anguria e melone.
  • Insalate – La parte bassa del frigo, anche fuori dal cassetto delle verdure, è la più indicata. Estraila sempre dal sacchetto biodegradabile con il quale l’hai acquistata, preferendo piuttosto un’alternativa innovativa come DuradiPiù, per farla durare più a lungo.
  • Carne e pesce – Se cotti vanno riposti nel ripiano centrale del frigorifero, se crudi invece nel ripiano più basso. Come sempre, attenzione alle contaminazione tra prodotti, soprattutto nel caso di pollame.
DuradiPiù è l’ideale per la conservazione di verdura, frutta e formaggi stagionati in frigo

Cosa conservare a temperatura ambiente in estate

  • Ortaggi non climaterici – Maturano molto più lentamente, quindi possono essere conservati fuori dal frigo. Attenzione però alle temperature troppo alte, se non hai il climatizzatore: in alcuni casi sarà necessario uno spostamento, qualora la maturazione si stia velocizzando troppo. Fanno parte di questa categoria agrumi, uva, cetrioli, frutti di bosco, melanzane e patate.
  • Pomodori – Fanno in realtà parte degli ortaggi climaterici, ma non andrebbero conservati in frigorifero, salvo casi particolari. La ragione è molto semplice: lo sbalzo di temperatura (verso il basso) fa sparire gran parte del loro gusto.
  • Caffè – Anche se molti lo conservano in frigorifero, si tratta di un errore: il freddo ne rovina l’aroma.
  • Pane – Conservalo preferibilmente in un sacchetto di carta, per preservarne aroma e consistenza almeno per un paio di giorni. Non ti basta? Puoi passare al freezer!
  • Mozzarella di bufala – A differenza della sua “collega”, questa tipologia non va riposta in frigorifero, ma lasciata riposare nel suo stesso siero, a temperatura ambiente.

Cosa conservare in freezer in estate

In una parola? Tutto. Il freezer permette di conservare più a lungo tantissimi cibi, dalla carne ai dolci, passando per erbe aromatiche e primi piatti già pronti.

L’importante è conoscere sempre la corretta modalità di preparazione, prima del congelamento. Scopri tutte le guide che abbiamo già scritto!

Condividi:
Valeria Garbo
Scritto da Valeria Garbo
Social Media & Content Manager per i clienti di Cricket Adv. Appassionata di musica, viaggi e buona cucina!