avocado maturo

Ma quanto va di moda l’avocado? Negli ultimi anni è sulla cresta dell’onda. Anche in Italia sono addirittura nati dei locali che cucinano solo quello!

Insomma, è avocado-mania. Come accade, sono sempre tante le domande che le persone si fanno su un alimento. Soprattutto quando non fa parte della propria cultura o non è impiegato quotidianamente. E noi siamo qui proprio per rispondere a tutti i dubbi!

Dalla conservazione al come capire quando è davvero maturo, ci sono diversi punti che è il caso di approfondire. Partiamo dalla cosa fondamentale.

avocado maturo
Riusciresti a capire a prima vista se è maturo o no? Leggi poco sotto per scoprirlo!

Come capire quando un avocado è maturo?

Nel capire quando banane, mele o altri tipi di frutta sono maturi siamo allenati, ma l’avocado è un frutto abbastanza nuovo nella nostra dieta. Quindi è importante comprendere bene quando possiamo giudicarlo maturo.

Quando vai al supermercato, un avocado maturo lo riconosci subito da un fattore: in base al grado di mollezza della buccia. Se il frutto è ancora acerbo, la superficie sarà dura e soda. Al contrario, più è morbida, più il suo grado di maturazione è in stato avanzato.

Anche il colore può indicare il grado di maturazione: più sarà intenso il verde del frutto, più sarà acerbo.

Da non sottovalutare la buccia: non diversamente da molti altri frutti, la presenza di macchioline scure indica che che l’avocado è pronto per essere consumato.

Come conservare l’avocado?

Insomma, tutti pazzi per l’avocado! Ma sai come si conserva? Andiamo con calma: la conservazione di questo frutto non è così scontata. Come prima cosa facciamo una distinzione in base a quanto il frutto sia maturo.

E sai come conservarlo? Frigo o temperatura ambiente? Scoprilo poco sotto!

Se l’avocado è acerbo, che fare?

L’hai appena comprato al supermercato, ma pensi che non sia maturo a sufficienza? Ti consigliamo di lasciarlo a temperatura ambiente. Nel giro di 2-3 giorni vedrai gli effetti della maturazione. Se invece l’hai già tagliato ed è ancora un po’ aspro, la strada possibile è una: conservalo in frigorifero!

Puoi usare, per preservarne le proprietà e allungarne la vita, le nostre vaschette per alimenti: si aprono e chiudono facilmente e, grazie al coperchio sigillato, non lasciano passare gli odori. Permettono così anche all’avocado di durare molto di più.

Come si conserva l’avocado maturo?

In questo caso la riposta è una e solo una: frigorifero. Per fare in modo che si conservi il più a lungo possibile, nel caso tu l’abbia già aperto, un buon consiglio è quello di cospargerlo – mediante un pennellino – di qualche goccia di succo di limone!

Le proprietà anti-ossidanti dell’agrume permettono alla polpa di rallentare il processo di invecchiamento. Inoltre: un po’ di pellicola da cucina farà il resto, garantendoti di avere in frigo per qualche giorno un avocado fresco e pronto all’uso.

avocado saccofrigo
Congelare l’avocado? Con SaccoFrigo, nessun problema!

Congelare l’avocado? Oh, yes!

Sei un fan della salsa guacamole? Sei ghiotto di smoothie? Beh, allora sarà il caso di avere sempre un avocado a portata di mano! E questo è possibile con la congelazione. Il metodo per congelarne uno è molto semplice, basta seguire questi passaggi:

  • scegli un avocado che sia assolutamente maturo;
  • estrai la polpa e leva il nocciolo;
  • schiacciane la polpa, come fai con le patate quando prepari un purè;
  • aggiungici qualche goccia di limone;
  • inserisci la polpa ottenuta in una delle buste che siano adatte alla refrigerazione. Puoi ad esempio usare il nostro SaccoFrigo. Che ti permette di conservare a lungo l’alimento, in assoluta sicurezza;
  • fai uscire con attenzione tutta l’aria;
  • ora sei pronto per mettere la tua scorta in freezer. Ti consigliamo comunque di consumare il tuo avocado entro sei mesi.

Vai anche tu matto per questo frutto? Hai letto attentamente tutti i nostri consigli? Hai altri da darcene? Scrivi le tue impressioni nei commenti qui sotto!

Condividi: