La raccolta differenziata non va mai in vacanza, come il senso civico.

Allontanarsi da casa non significa dimenticarsi delle buone abitudini che rispettiamo tutto il resto dell’anno: spostarsi significa piuttosto diventare esempi da copiare, semplicemente in luoghi diversi.

La campagna Comieco per le #EcoVacanze2019

“Anche sotto il solleone, continua a differenziare carta e cartone.”
Comieco comunica così la sua campagna 2019 dedicata alla vacanza sostenibile, per incentivare anche quest’estate i cittadini a buoni comportamenti anche durante le ferie.

Lo stesso concetto può essere ampliato a tutte le categorie della raccolta differenziata: la plastica, i rifiuti umidi (come invita a fare il Consorzio Italiano Compostatori), il secco indifferenziato… Tutto parte da noi!

10 consigli per una vacanza sostenibile

Le ferie sono vicine? Leggi i nostri consigli pre e post-partenza!

  1. Informati prima di partire
  2. Se la tua vacanza implica qualche giorno di villeggiatura in appartamento, cerca nel sito web della città tutte le informazioni utili per la raccolta differenziata. Eviterai anche eventuali multe!
  3. Fai scorta di sacchetti
  4. Per l’umido, per la raccolta differenziata, per chiudere scarpe e simili in valigia (al riguardo, hai già scoperto il Kit disponibile su Amazon?). Non aspettare di arrivare a destinazione per acquistare i sacchetti: non solo perderesti del tempo utile, ma rischieresti di non trovare quello che serve.
  5. Scegli contenitori riutilizzabili
  6. Vaschette utili per freezer e microonde che si possono anche lavare in lavastoviglie (come le vaschette PP Virosac!); thermos al posto delle bottigliette di plastica; contenitori con tappo sigillato. Basta veramente poco per rendere la propria vacanza più sostenibile, risparmiando nel frattempo!
  7. Evita gli sprechi (già al momento della spesa)
  8. Comprare troppo è forse uno degli atti meno sostenibili in vacanza; il cibo in eccesso finisce inevitabilmente nella spazzatura. A meno che tu non abbia intenzione di dedicarti al meal prep, acquista con coscienza!
  9. Riutilizza gli avanzi
  10. Il resto della frutta può diventare una centrifuga o una macedonia, la carne l’inizio di uno spezzatino, la verdura un sughetto vegetariano. Cerca di non sprecare il cibo residuo!
  11. Sigilla bene (l’umido)
  12. Quando devi gettare i rifiuti biodegradabili, controlla di aver sempre chiuso bene il tuo sacchetto, per evitare spiacevoli fuoriuscite e sgradevoli odori nel bidone. Sceglilo antigoccia e resistente, come Biolaccio Virosac, che puoi acquistare online!!
  13. Pulisci e appiattisci (carta, plastica e secco)
  14. Non sprecare spazio inutilmente: accartoccia il più possibile tutti i tuoi rifiuti e ricordati di eliminare da essi qualsiasi residuo di cibo.
  15. Usa “posacenere portatili”
  16. In alcuni luoghi (come la spiaggia) i posacenere non sono sempre presenti. Se fumi non gettare i tuoi mozziconi a terra: porta sempre con te una scatoletta dove tenerli, per poi conferirli nel bidone più adatto, non appena a disposizione.
  17. Attenzione agli scontrini
  18. Ricorda sempre che gli scontrini, come la carta oleata, non vanno gettati nella carta, ma nel secco indifferenziato!
  19. Se il bidone è pieno… passa oltre
  20. Devi gettare i tuoi rifiuti ma il bidone è pieno, magari dopo il weekend? Non lasciare nulla nelle sue vicinanze: cerca di trovare un altro cassonetto oppure aspetta il giorno successivo.

Condividi:
Valeria Garbo
Scritto da Valeria Garbo
Social Media Manager per i clienti di Cricket Adv. Beauty editor per Grazia.it, food & lifestyle blogger per AccidiosaV.com. Appassionata di musica, viaggi e buona cucina!