Natale per tutti

Tutto il mondo è paese, soprattutto quando si tratta di festeggiare il Natale.
Scopri le usanze e le tradizioni natalizie che rendono felici i bambini a tutte le latitudini.


Le ricette europee

Dal tronchetto natalizio francese e spagnolo al mince pie inglese, ogni nazione ha le proprie tradizioni culinarie.
In Italia vengono prodotte ogni anno circa 50 tonnellate di panettone, eppure è il Perù il paese in cui se ne consuma in maggiore quantità. Cimentati con la preparazione delle ricette tipiche e lasciati aiutare dai prodotti da cucina Virosac.



Un Natale illuminato per le bambine scandinave

In Norvegia e Finlandia Babbo Natale sfila tra le strade a bordo di una slitta trainata da caprette, niente più renne con il naso rosso come prevede la tradizione britannica.
In Svezia le celebrazioni natalizie cominciano il 13 dicembre: in occasione di Santa Lucia le bambine indossano abiti bianchi e rossi e coroncine di rami di mirtillo impreziosite da luci o candeline.

Natale anche ad est

Nei paesi del nord-est Europa Babbo Natale è accompagnato dal suo alter ego monello. I Krampus sono esseri demoniaci che si affiancano a San Nicola. Simili ai satiri della tradizione latina, i Krampus hanno pelo lungo e corna pronunciate e incantano con il loro fascino oscuro. Arrivano scampanellando per punire i bambini più birichini donando loro un bastoncino di legno.

Feliz Navidad con palme tropicali

Nei paesi caraibici si addobbano piante tropicali e si attende l’arrivo di Babbo Natale intonando Feliz Navidad. I più piccoli costruiscono cannoni di bambù, quasi a simulare il rumore dei nostri fuochi d’artificio.

Festa anche nel Sol Levante

Pur non essendo un paese cristiano, anche il Giappone ha le sue tradizioni natalizie. La notte della vigilia è definita “la notte degli amanti”, la si trascorre rigorosamente scambiandosi le coccole e mangiando il pollo fritto di una nota catena di fast-food americana.


Condividi: