Trovare alternative sane per un pranzo light fuori casa: ecco la mia insalata BIO di riso e quinoa con pomodorini, rucola e gamberi.

Pranzo spesso fuori casa, da quando ho preso studio in centro. Questo succede tutte le volte che i bimbi fanno rientro a scuola.

Svegliandomi la mattina presto, preparo da casa un pranzo leggero, che preferisco portarmi senza spendere un patrimonio per pranzare fuori.

Questo è il periodo delle insalate di tutti i tipi, che io adoro letteralmente. Da quelle di pasta, alle più semplici di sole verdure, magari condite con qualche dressing particolare.

L’unica accortezza per quanto mi riguarda è che i prodotti siano freschi e BIO.

Sì, oltre a scegliere alternative leggere, preferisco sempre che i prodotti scelti provengano da agricoltura o filiere controllate.

 

Ma cosa vuol dire esattamente BIO?

In agricoltura biologica il termine BIO significa che non vengono utilizzate sostanze chimiche di sintesi (concimi, diserbanti, anticrittogamici, insetticidi, pesticidi in genere) né organismi geneticamente modificati (OGM).

Alla difesa delle colture si provvede in via preventiva, attraverso la selezione di specie resistenti alle malattie e all’utilizzo di tecniche agronomiche appropriate.

Per quanto riguarda l’allevamento biologico, anche in questo caso gli animali devono essere nutriti nel rispetto del loro fabbisogno con prodotti vegetali ottenuti secondo il metodo di produzione biologico, preferibilmente coltivati nella stessa azienda o nel relativo comprensorio. I mangimi sono qualificati “da agricoltura biologica” quando il contenuto di materie prime bio supera il 95% rispetto al totale delle componenti di origine agricola.

Quella che vi propongo oggi è un’alternativa BIO alla solita insalata di riso.

Per le quantità, regolatevi a occhio perché sono tutti ingredienti a crudo, tranne i gamberi.

 

Insalata BIO di riso e quinoa: la ricetta

Ingredienti

  • Riso e Quinoa (potete trovare in commercio già la combo oppure cucinare i due alimenti separatamente)
  • Gamberi
  • Pomodorini
  • Rucola

Se volete potete aggiungere anche del tonno e a piacere anche del salmone affumicato, mais, cetrioli e feta… insomma, tutto quello che vi piace. Non mettiamo limite al gusto e alla fantasia!

Gli ingredienti sono tutti bio, comprati dal mio fruttivendolo di fiducia, mentre i gamberi sono surgelati (li preferisco).

Preparazione

Per la preparazione, si tratta ovviamente di ingredienti uniti a crudo nel finale, ad eccezione dei gamberi, portati a bollore per 10/15 minuti.

Per il condimento, un filo d’olio (io uso quello di lino) e sale oppure un dressing a base di yogurt.

Conservazione

Per un pranzo fuori casa è fondamentale avere un contenitore resistente e facile da utilizzare. Per la mia insalata di riso e quinoa ho scelto la vaschetta per alimenti Virosac: è anche riutilizzabile e lavabile in lavastoviglie, per non perdere neanche un minuto!

Buon appetito!

Condividi:
Flavia De Filippis
Scritto da Flavia De Filippis
Mamma di due, founder del magazine tenditrendy.com e digital pr. Amo le borse e i gioielli e sono irrimediabilmente ipocondriaca. www.tenditrendy.com