Profumato e gustoso, il basilico sa veramente d’estate. E anche un po’ d’autunno a dire il vero, visto che le calde giornate negli ultimi anni sono arrivate anche fino a ottobre.

Anche voi lo state coltivando in terrazza o nell’orto, seguendo la nostra guida? Bene, è giunto allora il momento di conservare il basilico per l’inverno, così da non doverne fare a meno neanche un giorno.

Bastano gli strumenti giusti, pochissimo tempo e – ovviamente – tante foglie di questa fantastica erba aromatica.

Conservare il basilico in freezer

Tra i metodi per conservare il basilico a lungo, il freezer è di certo al primo posto. Congelare le erbe aromatiche a foglia intera permette infatti di mantenerne inalterati sapore e profumo, in modo semplice ed efficace. Come farlo?

conservare il basilico in freezer

Conservare il basilico con la Busta Sacco Frigo Large Virosac è un gioco da ragazzi!

Avrete bisogno di carta forno, un sacchetto per freezer e una teglia; nulla di più! Rivestite la vostra base (potete scegliere anche un piatto piano) con la carta forno e appoggiatevi sopra le foglie di basilico; aspettate un paio d’ore e trasferitele quindi nel sacchetto.

In questo modo occuperanno pochissimo spazio.

astuccio biofrigo medium virosac - sacchetto frigo e freezer

Scopri tutte le caratteristiche di Biofrigo cliccando qui!

Volete dare una marcia in più a tutto il procedimento? Scegliete un sacchetto frigo che consideri anche la sostenibilità. I nuovi Astucci Biofrigo Virosac ad esempio sono compostabili e biodegradabili: si possono gettare poi tranquillamente nella raccolta differenziata dell’umido!

Conservare il basilico sott’olio (e non solo!)

Immancabile in ogni articolo Sempre Freschi la conservazione sott’olio: in fondo siamo pur sempre Italiani, giusto?

Dotatevi quindi di un ottimo olio extra vergine di oliva (fondamentale), delle vostre foglie di basilico e di un barattolo.

Il primo passo è come sempre il lavaggio, che dev’essere accurato tanto quanto la successiva asciugatura. Salate quindi leggermente le foglie all’interno di un contenitore in vetro (dovrà esserne colmo) e riempite il tutto con l’olio a filo.

L’alternativa gustosa? Un olio aromatizzato! In questo caso sarà sufficiente lasciare macerare le vostre foglie all’interno della bottiglia, per gustare il tutto dopo un paio di settimane. Potete abbinare il basilico anche ad altri elementi, come pomodori secchi, peperoncini o timo.

Una variante all’olio aromatizzato è la preparazione di condimenti monodose, da congelare e utilizzare in caso di bisogno: trovate la nostra guida qui.

come conservare il basilico sotto sale con aromi - pepe nero rosso e aglio

Basilico fresco sotto sale

Conservare il basilico sotto sale è un metodo molto comune.

Lavate e asciugate le foglie; utilizzatele quindi per riempire un barattolo in vetro con tappo, aggiungendo a strati alterni basilico e sale fino. Volete dare un pizzico di gusto in più? Aggiungete anche spezie e uno spicchietto d’aglio.

Pesto e pestati: conservazioni decisamente gustose!

Quando penso al basilico, solitamente sono due le immagini che lo rappresentano: una fresca caprese oppure un bel piatto di pasta al pesto.

Esistono voci contrastanti quando si parla di congelare il pesto: c’è chi lo considera alto tradimento e chi invece è dell’opinione che lo si possa fare tranquillamente.

Volete andare sul sicuro? Preparate la base e conservatela in freezer, per poi “creare il vero pesto” al momento dell’utilizzo. Per farlo dovrete tritare il basilico finemente, aggiungere sale e olio extra vergine d’oliva e conservare il tutto in un contenitore ermetico per freezer (meglio se dotato di tappo).

 

Condividi:
Valeria Garbo
Scritto da Valeria Garbo
Social Media Manager per i clienti di Cricket Adv. Beauty editor per Grazia.it, food & lifestyle blogger per AccidiosaV.com. Appassionata di musica, viaggi e buona cucina!