Settembre è l’ultimo mese per gustarsi i fagiolini (di stagione!), il momento giusto per mettersi all’opera e conservarli nel modo più corretto.

Oggi vi diamo qualche consiglio al riguardo, basandoci ovviamente sul prodotto fresco. Che li chiamiate fagiolini, tegoline, mangia-tutto o cornetti una cosa è certa: un giro dal contadino di zona lo meritano sicuramente!

Come conservare i fagiolini in frigorifero

Il passaggio fondamentale in questo caso è la scelta dei fagiolini, che devono essere freschi, sodi e di un bel verde acceso.

Potrete conservarli in frigo per circa una settimana, senza fatica. Non lavateli né tagliateli: avvolgeteli semplicemente nella carta assorbente e in un sacchettino, per riporre poi il tutto nel vano dedicato agli ortaggi.

Come congelare i fagiolini

Come sempre, le opzioni sono in questo caso numerose. Potete congelare i fagiolini crudi o cotti, al naturale oppure già preparati secondo la vostra ricetta preferita.

Come? Ecco qualche idea:

  • Già pronti (in umido, all’uccelletto, in tecia, gratinati…)
    Preparate i fagiolini secondo la vostra ricetta preferita e trasferiteli in una vaschetta in alluminio. Lasciate raffreddare il tutto e spostate in freezer, per un massimo di 8 mesi.
  • Crudi
    Eliminate le estremità dei fagiolini e lasciateli in ammollo per circa 10 minuti in acqua fredda e bicarbonato. Sciacquateli, scolateli, asciugateli e congelateli, dentro gli appositi Sacco Frigo Virosac (vi consigliamo quelli di dimensione Medium, adatti a due porzioni). In questo modo potrete conservarli fino a un massimo di 12 mesi.
  • Cotti, al naturale
    Eliminate le estremità e bollite i fagiolini per circa 3 minuti; una volta scolati passateli subito sotto l’acqua fredda corrente, così che non perdano colore. Asciugateli e riponeteli dentro i sacchetti per il freezer. In questo modo potrete conservarli fino a 8 mesi.

Quale modalità scegliere? Dipende dalla vostra preferenza. Nel primo caso vi basterà scongelare e riscaldare, nel secondo potrete dedicarvi a qualsiasi preparazione e nel terzo dimezzerete il tempo della ricetta, perché i fagiolini saranno già lessati.

Conservare i fagiolini sott’olio e sott’aceto

Le preparazioni in barattolo ci piacciono sempre e i fagiolini non sono da meno! Ecco due ricette semplicissime, adatte anche a chi non è propriamente un esperto in cucina.

  • Fagiolini sott’olio
    Tagliate, lavate e bollite per 2 minuti in acqua salata i fagiolini. Una volta asciugati e raffreddati conservateli in un mix di olio, aglio ed erbe aromatiche.
  • Fagiolini sott’aceto
    Anche in questo caso tagliate e bollite i fagiolini, come per la ricetta sott’olio. Lasciateli però asciugare all’aria per circa 24 ore. Nel frattempo preparate l’aceto, facendolo bollire per un paio di minuti con chiodi di garofano e pepe nero in grani. Chiudete il tutto in barattolo e il gioco è fatto!
Condividi:
Valeria Garbo
Scritto da Valeria Garbo
Social Media Manager per i clienti di Cricket Adv. Beauty editor per Grazia.it, food & lifestyle blogger per AccidiosaV.com. Appassionata di musica, viaggi e buona cucina!