conservare i carciofi

Fioriscono come un bouquet primaverile e si prestano a moltissime ricette. Non sono solo tra le verdure protagoniste della primavera, ma sono anche un ever green per preparazioni da gustare tutto l’anno: come conservare i carciofi sempre freschi?

Vediamo insieme alcuni metodi per conservare i carciofi senza perdere gusto e proprietà nutritive.

Se utilizzerete i carciofi entro pochi giorni dall’acquisto, allora potrete tranquillamente conservarli in frigorifero. In questo caso l’unico accorgimento per mantenerli freschi più a lungo sarà di riporli in un sacco frigo abbastanza largo per non farli ammassare troppo tra loro.

Per conservarli per diversi mesi, invece, due metodi molto comodi sono la conservazione in vasetti sottovuoto o il congelamento.

Conservare i carciofi in vasetti sottovuoto

Per evitare di far annerire i carciofi, procedete togliendo il gambo e le foglie esterne, riponendoli quindi in ammollo in una ciotola di acqua fredda e succo di limone per circa dieci minuti.

Successivamente disponete i carciofi dentro ai vasetti di vetro, pressandoli bene per evitare che si creino degli spazi vuoti. Contemporaneamente inserite tra un carciofo e l’altro delle foglie d’alloro e del pepe.

Infine riempite fino all’orlo i vasetti con dell’acqua calda già salata e chiudete ermeticamente. Quando si saranno raffreddati andranno avvolti con dei canovacci e riposti in una pentola piena d’acqua, facendoli bollire per un’ora.

Terminata questa procedura, potrete lasciar raffreddare i vasetti, asciugarli e poi conservarli in un luogo fresco e asciutto.

conservare i carciofi

Conservare i carciofi in congelatore

Una procedura più semplice e altrettanto efficace per conservare i carciofi consiste nel loro congelamento.

Cominciate anche qui immergendoli già mondati in una ciotola piena d’acqua fredda e succo di limone, per evitare che la verdura annerisca. Potete scegliere di conservarli interi oppure già tagliati a spicchi, a seconda dell’uso che ne farete in futuro.

Dopo averli puliti, sbollentate i carciofi in una pentola con acqua salata per pochi minuti e scolateli su della carta assorbente.

Una volta raffreddati, disponete i carciofi ben distanziati su un vassoio e lasciateli congelare in freezer per una notte: questa operazione servirà a non far incollare tra loro le verdure.

A questo punto potrete raggruppare i carciofi, suddividendoli dentro i sacchetti per freezer in comode porzioni.

Così conservati non sarà necessario scongelare i carciofi prima del loro utilizzo, ma potranno essere tuffati direttamente nella pentola o in padella, a seconda della cottura desiderata.

Condividi:
Scritto da Malika Franzo
Malika si occupa di social e content per Cricket Adv. Ha collaborato con il MuDeFri (Museo del Design del Friuli) e nel tempo libero è volontaria del FAI (Fondo Ambiente Italiano). Le piacciono le mostre d'arte, il mare in tutte le stagioni e i biscotti al cioccolato!