umidità in casa

Problemi di umidità in casa? Purtroppo siete in buona compagnia: è un problema che affligge quasi tutte le abitazioni.

A volte si tratta di un angolo troppo a Nord sul quale non batte mai il sole, altre volte si tratta di un luogo particolarmente umido o di una stanza senza finestre, difficile da areare.

L’umidità non è soltanto un inconveniente anti-estetico, che causa macchie di muffa sulle pareti, ma anche un fattore nocivo per la salute perché favorisce la proliferazione di batteri e funghi.

In commercio esistono moltissimi prodotti chimici per combattere questo problema, ma esistono anche soluzioni più ecologiche: scopriamole insieme.

umidità in casa

Rimedi fai da te contro l’umidità in casa

 

1. Aceto bianco contro i cattivi odori

Diluendo mezza tazza di aceto bianco in un quarto di tazza di acqua, si otterrà una soluzione adatta per essere spruzzata con un nebulizzatore su pareti, vasca e vestiti.

Non ha un profumo particolarmente buono, ma l’aceto bianco è il rimedio migliore per eliminare i cattivi odori lasciati dall’umidità in casa.

2. Bicarbonato di sodio contro le macchie di muffa

Il bicarbonato, grande alleato per moltissime soluzioni fai da te, tra le sue tante proprietà è anche un antibatterico e antimicotico, e ha una grande capacità di assorbimento.

Basterà strofinare un po’ di bicarbonato di sodio sulle macchie di muffa, lasciare agire per due ore e infine pulire con una spazzola.

umidità in casa

3. Limone e sale contro la muffa sui vestiti

Succo di limone mischiato e po’ di sale: la soluzione perfetta per trattare le macchie di muffa sui tessuti.

Per prevenire la formazione della muffa su vestiti e coperte basterà utilizzare delle accortezze durante il cambio armadio stagionale e proteggerli in apposite custodie.

4. Sale marino per assorbire l’umidità in casa

Il sale marino è un rimedio efficace per assorbire l’umidità negli spazi chiusi, disinfettare e neutralizzare gli odori forti.

Basterà disporlo in piccoli vasetti o in bustine, da mettere dentro armadi e cassetti, e cambiarlo con una periodicità di circa una volta al mese.

N.B.: il metodo migliore per prevenire la muffa e altri danni dell’umidità, come la proliferazione di funghi e batteri, è ventilare bene tutte le stanze. Approfittate soprattutto dei soli primaverili per ossigenare bene le vostre pareti!

Condividi:
Scritto da Malika Franzo
Malika si occupa di social e content per Cricket Adv. Ha collaborato con il MuDeFri (Museo del Design del Friuli) e nel tempo libero è volontaria del FAI (Fondo Ambiente Italiano). Le piacciono le mostre d'arte, il mare in tutte le stagioni e i biscotti al cioccolato!