come allontanare le cimici verdi con rimedi naturali

Oltre a una splendida palette di rossi e arancioni, l’autunno porta con sé – purtroppo – anche le tanto odiate cimici. Inesorabili, come ogni anno si abbattono su orti, terrazzi e soggiorni, con il rischio di invadere di macabri odori tutta la casa. (Sembro melodrammatica, lo so, ma penso siano molti quelli che la pensano allo stesso modo)

Cimici verdi o asiatiche?

Se fino a qualche anno fa a turbare la quiete con il loro svolazzare erano solo le cimici verdi, tipiche del Nord Italia, da qualche anno ha fatto invece la sua comparsa la più “temibile” cimice asiatica, dal colore più scuro e maculato.

Dal 2012 in questa stagione (e in primavera) se ne parla di continuo, per il suo proliferare molto più veloce, per la difficoltà nell’allontanarla e per la capacità di distruggere in poco tempo il raccolto di orti e coltivazioni, soprattutto di soia e mais.

7 consigli naturali per allontanare le cimici

Un buon insetticida potrebbe aiutarvi in pochi minuti a liberarvi delle fastidiose cimici, ma allo stesso tempo potrebbe allontanare anche insetti favorevoli alle vostre piante, come le api.

Ecco quindi qualche consiglio (quasi) totalmente naturale, per affrontare il problema con un animo più eco-friendly.

  1. Variare le colture
    Non sempre è possibile scegliere cosa piantare in base agli insetti che potrebbero attaccare il nostro raccolto, ma almeno in orto e in terrazza abbiamo più spazio di movimento. Colture diverse, magari alternate, aiutano a evitare il proliferare delle cimici, soprattutto le asiatiche.
  2. Raccogliere manualmente gli insetti
    Lo sappiamo, non è un’opzione per tutti, soprattutto per chi non ama gli insetti.
    Raccoglierli manualmente è però un’opzione fondamentale, soprattutto quando si tratta di grandi numeri. Per le cimici verdi è consigliata la raccolta seguita dalla “rimessa in libertà” (magari più lontano) mentre per le cimici asiatiche spesso la necessità è di gettarle direttamente.
    Dove? Chiedete al vostro Comune: potrebbe trattarsi della raccolta differenziata dell’umido (per la quale avrete bisogno di sacchetti adatti) oppure della raccolta del verde.
  3. Controllare piante e abiti
    Durante il periodo di proliferare più intenso, controllate almeno una volta al giorno i vostri abiti e il bucato, per evitare spiacevoli odori e macchie. Allo stesso modo spostate le foglie delle piante e analizzate le aiuole, per individuare fin da subito possibili uova deposte.
  4. Montare le zanzariere
    Se il vostro problema è soprattutto in casa, dotatevi di zanzariere e controllate la presenza di eventuali crepe nei muri e sugli infissi.
  5. Sfruttare il potere dell’aglio
    Efficacissimo antiparassitario naturale, l’aglio è spesso usato nell’agricoltura biologica per allontanare gli insetti. Potete piantarne un bulbo tra una pianta e l’altra oppure spruzzarne un decotto ogni sera sulle piante.
  6. Preparare decotti e infusi ad hoc
    Per quanto l’aglio sia il più efficace, potrebbe non essere il più adatto a tutti (soprattutto ai nasi più fini). Potete utilizzare come alternative la cipolla, l’ortica, il tanaceto oppure del tabacco.
  7. Il grande classico: il Sapone di Marsiglia
    Come in ogni guida dedicata alle soluzioni di casa, non poteva mancare il Sapone di Marsiglia, protagonista di tantissimi “rimedi della nonna”. Create una soluzione in cui sia sciolto in acqua e utilizzatela come spray per finestre, infissi, vasi e pavimenti. Nei casi più lievi sarà una “guerra preventiva” alle cimici!
Condividi:
Valeria Garbo
Scritto da Valeria Garbo
Social Media Manager per i clienti di Cricket Adv. Beauty editor per Grazia.it, food & lifestyle blogger per AccidiosaV.com. Appassionata di musica, viaggi e buona cucina!